ECM Sanità


FORMAZIONE SANITA’ ECM

ecm

 

 

 

L’ENADIL è Provider ECM con Accreditamento  Standard Nazionale della CNFC (Commissione Nazionale Formazione Continua), per la realizzazione di Eventi Formativi di Educazione Continua in Medicina (ECM).

Offriamo a medici, infermieri, professionisti ed operatori della sanità eventi formativi, di taglio teorico e/o pratico, progettati per mantenere elevate le competenze del personale sanitario, chiamato ad ottemperare all’obbligo di aggiornamento costante dettato dallo stesso codice deontologico.

Proponiamo interventi in linea con le esigenze di ogni struttura, nel rispetto delle direttive del Ministero della Salute e dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua in Medicina, in modalità Residenziale (RES), Formazione sul Campo (FSC), Formazione A Distanza (FAD).

 

SCOPRI I NOSTRI CORSI ECM

Incrementa la tua Formazione continua con ENADIL

 

 

immsit

 

ECM: formazione, crediti e obblighi di legge

Cos’è l’ECM?

La professionalità di un operatore della Sanità può venire definita da tre caratteristiche fondamentali:

  1. Il possesso di conoscenze teoriche aggiornate (il sapere);
  2. Il possesso di abilità tecniche o manuali (il fare);
  3. ll possesso di capacità comunicative e relazionali (l’essere).

Il rapido e continuo sviluppo della medicina nonché l’accrescersi continuo delle innovazioni sia tecnologiche che organizzative, rendono sempre più difficile per il singolo operatore della sanità mantenere queste tre caratteristiche al massimo livello: in altre parole mantenersi “aggiornato e competente”.

E’ per questo scopo che, in tutti i Paesi del mondo, sono nati i programmi di Educazione Continua in Medicina (E.C.M.); essa comprende l’insieme organizzato e controllato di tutte quelle attività formative, sia teoriche che pratiche, promosse da Enti di Formazione in collaborazione con il Ministero della Salute con lo scopo di mantenere elevata ed al passo con i tempi la professionalità degli operatori della Sanità.

Naturalmente, ogni operatore della Sanità provvederà, in piena autonomia, al proprio aggiornamento; dovrà privilegiare, comunque, gli obiettivi formativi d’interesse nazionale e regionale. L’E.C.M. è finalizzata alla valutazione degli eventi formativi, in maniera tale che il singolo medico, infermiere, o altro professionista sanitario possa essere garantito della qualità ed utilità degli stessi ai fini della tutela della propria professionalità; l’E.C.M., inoltre, è lo strumento per ricordare ad ogni professionista il suo dovere di svolgere un adeguato numero di attività di aggiornamento e di riqualificazione professionale.

Crediti ECM: cosa sono, come ottenerli e quanti?

I Crediti Formativi ECM sono una misura dell’impegno e del tempo che ogni operatore della Sanità ha dedicato, ogni anno, all’aggiornamento e al miglioramento del livello qualitativo della propria professionalità. Il credito è riconosciuto in funzione sia della qualità dell’attività formativa che del tempo ad essa dedicato in ragione delle specifiche professionalità.

I crediti sono strutturati in trienni, l’ultimo in vigore dal 2020 e fino al 2022. In ogni triennio devono essere raggiunti 150 crediti ECM. La novità è nella suddivisione di questi crediti. Infatti, se prima vi era l’obbligo di frazionare i crediti e acquisirne 50 per ciascun anno, ad oggi quest’obbligo è scomparso, lasciando la libertà a ciascun professionista di conseguire i 150 crediti nel triennio come meglio opportuno.

crediti ECM possono essere anche acquisiti in FAD (Formazione A Distanza), attraverso percorsi on line e off line organizzati ed erogati da Provider accreditati : è il modo in cui ogni professionista medico può svolgere la sua attività obbligatoria di formazione continua per aggiornarsi e rispondere alle esigenze dei pazienti.

La modalità di formazione in FAD consente di abbattere le barriere della didattica tradizionale in maniera fortemente innovativa e consente al professionista, ovunque si trovi, di fruire delle lezioni e degli aggiornamenti secondo le sue esigenze ed essere, dunque, completamente autonomo nella scelta dei tempi e dei luoghi dedicati alla formazione per l’acquisizione dei crediti ECM.

L’obbligatorietà della formazione continua e dell’acquisizione dei crediti ECM

Partecipare ai programmi di E.C.M. è un dovere degli operatori della Sanità, richiamato anche dal Codice Deontologico, ma è anche un diritto dei cittadini, che giustamente richiedono operatori attenti, aggiornati e sensibili. Ciò è oggi particolarmente importante ove si pensi che il cittadino è sempre più informato sulle possibilità della medicina di rispondere, oltre che a domande di cura, a domande più complessive di salute.

Il professionista sanitario ha, dunque, l’obbligo di curare la propria formazione e competenza professionale, nell’interesse della salute individuale e collettiva. La partecipazione alle attività di formazione continua costituisce, ai sensi dell’art. 16-quater del D. Lgs. 19 giugno 1999, n. 229, requisito indispensabile per svolgere attività professionale in qualità di dipendente o libero professionista, per conto delle aziende ospedaliere, delle università, delle unità sanitarie locali e delle strutture sanitarie private.

 

I professionisti interessati

L’ E.C.M. interessa tutte le figure del ruolo sanitario, tali figure comprendono:

Medico chirurgo – Veterinario – Odontoiatra – Farmacista – Biologo – Chimico – Fisico – Psicologo Assistente sanitario – Dietista – Educatore professionale – Fisioterapista – Igienista dentale – Infermiere – Infermiere pediatrico – Logopedista – Ortottista/Assistente di oftalmologia – Ostetrica/o – Podologo Tecnico della riabilitazione psichiatrica – Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare – Tecnico audiometrista – Tecnico audioprotesista – Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro – Tecnico di neurofisiopatologia – Tecnico ortopedico – Tecnico sanitario di laboratorio biomedico – Tecnico sanitario di radiologia medica – Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva – Terapista occupazionale.

I Liberi Professionisti

Si ritiene opportuno ribadire che il programma ECM è obbligatorio per tutti i professionisti della salute; gli articoli 16-bis e 16-ter del decreto legislativo 502 prevedono, in generale, l’obbligo formativo per tutti gli operatori della sanità.

La Formazione continua è, infatti, un requisito essenziale per il corretto esercizio professionale, ossia per il mantenimento nel tempo dell’abilitazione all’esercizio professionale di ciascun operatore sanitario; in quanto tale, deve essere necessariamente obbligatoria per tutti i professionisti e richiedere regole e garanzie uniformi su tutto il territorio nazionale. Regole e garanzie che sempre di più saranno comuni a tutti i Paesi dell’Unione europea.

La verifica periodica dell’abilitazione professionale, ossia la verifica del mantenimento di adeguati livelli di conoscenze professionali e del miglioramento delle competenze proprie del profilo di appartenenza, è possibile attraverso vari strumenti.

L’ECM è, allo stato, l’unico strumento preordinato all’aggiornamento professionale ed alla formazione permanente per tutti i professionisti della salute che consente la verifica periodica del mantenimento dell’abilitazione professionale. In tale prospettiva il Piano Sanitario 2003/2005, approvato con D.P.R. 23 maggio 2003, ha confermato chiaramente l’obbligatorietà della formazione continua per tutti i professionisti della salute. Inoltre l’Accordo fra il Ministro della salute e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sancito dalla Conferenza Stato-Regioni del 20 dicembre 2001, ha fatto proprie le determinazioni assunte dalla Commissione nazionale per la formazione continua sulla obbligatorietà del Programma ECM per tutti i professionisti della salute; i successivi accordi non hanno modificato tale impostazione.

In conclusione, il Programma ECM deve ritenersi obbligatorio per tutti gli operatori sanitari dipendenti, convenzionati o liberi professionisti.

 

Una Struttura Privata ha l’obbligo di provvedere alla formazione ECM per i suoi dipendenti e collaboratori?

L’art. 16-quater del D. Lgs. 19 giugno 1999, n. 229, punto 3, stabilisce che l’obbligo di partecipazione alla formazione continua e il conseguimento dei crediti nel triennio da parte del personale sanitario dipendente o convenzionato che opera nella struttura sanitaria privata, costituisce per l’organizzazione requisito essenziale per ottenere e mantenere l’accreditamento da parte del Servizio sanitario nazionale.

Tuttavia, è necessario precisare che, oltre alla formazione obbligatoria, ogni struttura sanitaria privata può far svolgere ai propri dipendenti anche la formazione che non rilascia crediti ECM. Infatti, l’aggiornamento e il mantenimento delle competenze e delle abilità degli operatori (sanitari e non), non deve riguardare solo la formazione che rilascia certificazioni particolari, ma riguarda tutti i percorsi utili, mirati ed efficaci per tutti i dipendenti di una struttura qualificata.

 

Aree professionali e Obiettivi Nazionali

Gli obiettivi formativi sono stati suddivisi in tre tipologie:

Obiettivi tecnico professionali, finalizzati allo sviluppo delle competenze e delle conoscenze tecnico professionali del settore specifico di attività.

Obiettivi formativi di processo, finalizzati allo sviluppo delle competenze e delle conoscenze nelle attività e nelle procedure idonee a promuovere il miglioramento della qualità, efficienza, efficacia, appropriatezza e sicurezza degli specifici processi di produzione delle attività sanitarie. Si rivolgono a professionisti ed équipe che intervengono in un determinato segmento di produzione.

Obiettivi formativi di sistema finalizzati allo sviluppo delle competenze e delle conoscenze nelle attività e nelle procedure idonee a promuovere il miglioramento della qualità efficienza, efficacia, appropriatezza e sicurezza degli specifici processi di produzione dei sistemi sanitari. Si rivolgono a tutti i professionisti, avendo caratteristiche interprofessionali.

Su queste 3 aree, si sviluppano 38 obiettivi formativi, di carattere nazionale, in cui rientrano gli eventi accreditati ECM che hanno l’obiettivo di aggiornare le competenze e conoscenze degli operatori sanitari.

 

SCOPRI I NOSTRI CORSI ECM.

Incrementa la tua Formazione continua con ENADIL

 

Come partecipare agli eventi formativi accreditati?

Per ulteriori informazioni contatta la nostra segreteria:

Tel. 0773.413032

Mail: ecm@enadil.it

Lascia un commento